1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dollaro debole alla vigilia della Fed

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Parte oggi la due giorni di meeting della fed che potrebbe portare domani all’annuncio di un’espansione dello stimolo monetario. Il qe3 lanciato a settembre potrebbe essere potenziato aggiungendo acquisti di Treasury anche alla luce della fine dell’operazione Twist (vendita di titoli di stato a breve scadenza e acquisto di bond con scadenze tra 6 e 30 anni) prevista a fine anno. L’ultimo sondaggio Bloomberg indica la possibilità di acquisti di Treasury fino a massimi 45 mld di dollari mensili. Attese che stanno frenando il dollaro Usa sui mercati valutari favorendo così una ripresa del cross euro/dollaro che stamattina viaggia in area 1,296. Divisa europea in lieve recupero anche rispetto allo yen a 106,85 dop tre giorni consecutivi di ribassi.

“Il rimbalzo dell’Euro dai minimi delle ultime tre settimane dimostra come i timori di un vacuum politico italiano dopo le dimissioni di Monti debbano considerarsi forse eccessivi – commenta oggi Michael Hewson, senior market analyst di CMC Markets – dal momento che il front runner della imminente campagna elettorale (Pierluigi Bersani) si è impegnato a mantenere valide le riforme e gli impegni assunti dal governo del predecessore”.