1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dollaro: Cftc, nuovo balzo per le scommesse rialziste

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuova crescita per le scommesse rialziste sul dollaro. I dati diffusi dalla statunitense Commodity Futures Trading Commission hanno evidenziato che nella settimana al 5 marzo il controvalore delle posizioni rialziste sul biglietto verde è salito da 14,4 a 23,57 miliardi di dollari, il livello maggiore dal luglio 2012.

A farne le spese, ancora una volta, sono stati l’euro, lo yen e la sterlina. Quarto calo consecutivo per le posizioni nette lunghe sulla moneta unica (la differenza cioè tra quelle rialziste e quelle ribassiste) che si sono confermate in territorio negativo passando da -9.400 a -26.100. Il deterioramento del sentiment degli operatori è evidente se si considera che a inizio febbraio il dato risultava positivo per 38 mila contratti.

Segno meno anche per la moneta del Sol Levante, che secondo il Commitments of Traders ha visto i contratti short superare quelli long di 73.400 unità, contro i 65.300 precedenti, e per la sterlina, il cui dato è passato da -36.100 a -43.800.

In territorio positivo, anche se sempre più risicato, per le posizioni nette lunghe sul dollaro australiano, scese dai 208.800 contratti di gennaio a 7.100 contratti.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUMENTO DI CAPITALE

Carraro: offerta in opzione, sottoscritto il 99,684%

A conclusione dell’offerta in opzione nell’ambito dell’aumento di capitale, Carraro ha annunciato che sono stati esercitati 43.225.974 diritti per la sottoscrizione di 33.620.202 azioni, pari al 99,684% del totale.

Il controvalore complessivo è d…

BANCHE ITALIA

Veneto Banca: Cda chiede intervento Atlante per ricapitalizzazione

Oggi il Cda di Veneto Banca “ha riaffermato – si legge in una nota diffusa dall’istituto – la propria piena fiducia nella prospettiva dell’aggregazione con Banca Popolare di Vicenza come condizione per il rilancio delle due banche, importante per lo …

MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.