Divieto di vendite allo scoperto, la scadenza è rimandata al 31 luglio -2-

Inviato da Redazione il Mer, 27/05/2009 - 20:24
Nel comunicato che proroga il divieto di vendita allo scoperto fino al 31 luglio la Consob comunica di aver applicato delle modifiche al regolamento. In particolare si legge che la vendita di azioni di società quotate in borsa ''dovrà' essere assistita dalla mera disponibilità dei titoli'' e non più anche dalla proprietà.
La commissione prosegue ''Con ciò viene meno l'obbligo previsto dal regime attualmente in vigore in base al quale la vendita di azioni di banche e di imprese di assicurazione e delle relative holding deve essere assistita sia dalla disponibilità che dalla proprietà dei titoli''.

''Per le società che al momento dell'entrata in vigore del provvedimento siano oggetto di aumento di capitale la vendita di azioni deve, invece, essere assistita oltre che dalla disponibilità dei titoli anche dalla proprietà. Per tali società è confermato, pertanto, fino alla conclusione dell'operazione di aumento di capitale, il regime più restrittivo già in vigore''.

La Consob pubblicherà nei prossimi giorni un ''position paper'' in tema di vendite allo scoperto, finalizzato a raccogliere, attraverso un apposito questionario, gli orientamenti del mercato in merito alle varie opzioni regolamentari.
COMMENTA LA NOTIZIA