Disoccupazione stabile al 12,5% a ottobre, quella giovanile balza al 41,2%

Inviato da Titta Ferraro il Ven, 29/11/2013 - 10:17
Disoccupazione sempre a livelli record per l'Italia. I dati Istat relativi a ottobre vedono la disoccupazione italiana stabile al 12,5 per cento confermandosi sui massimi di sempre sia per quanto riguarda le serie mensili (gennaio 2004) sia per quelle trimestrali (primo trimestre 1977). Negli ultimi 12 mesi la disoccupazione è in aumento di 1,2 punti percentuali.

A ottobre gli occupati risultano 22 milioni 358 mila, sostanzialmente invariati rispetto al mese precedente e in diminuzione dell'1,8% su base annua (-408 mila). Il tasso di occupazione, pari al 55,5%, aumenta di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali ma diminuisce di 1,0 punti rispetto a dodici mesi prima.

Numero disoccupati aumentato di quasi il 10% in un anno
Il numero di disoccupati, pari a 3 milioni 189 mila, rimane sostanzialmente invariato rispetto al mese precedente ma aumenta del 9,9% su base annua (+287 mila).

Disoccupazione giovanile schizza al 41,2%
I disoccupati tra i giovani (15 e 24 anni) sono 663 mila. L'incidenza dei disoccupati di 15-24 anni sulla popolazione in questa fascia di età è pari all'11,0%, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 0,6 punti su base annua. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero la quota dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 41,2%, in aumento di 0,7 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4,8 punti nel confronto tendenziale.
Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuisce dello 0,2% rispetto al mese precedente (-25 mila unità) ma aumenta dello 0,4% rispetto a dodici mesi prima (+55 mila). Il tasso di inattività si attesta al 36,4%, in calo di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali e in aumento di 0,2 punti su base annua.
COMMENTA LA NOTIZIA