1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Disoccupazione scesa a sorpresa all’11,4%, ma non per i giovani. Aumentano gli inattivi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La disoccupazione in Italia scende, ma non per i giovani. Secondo i dati preiliminari diffusi oggi dall’Istat, il tasso di disoccupazione a luglio si è attestato a sorpresa all’11,4%, in calo di 0,1 punti percentuali su giugno (gli analisti avevano previsto una disoccupazione stabile). Il ribasso ha interessato sia gli uomini sia le donne: il tasso di disoccupazione maschile è calato al 10,6% mentre quello femminile al 12,6%. E anche tutte le classi di età, tranne che quella dei giovani.

Disoccupazione dei giovani sui massimi da un anno
Si è evidenziato un peggioramento dell’occupazione per i giovani italiani. A luglio la disoccupazione dei 15-24enni, cioè la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati), è pari al 39,2%, in aumento di 2 punti percentuali rispetto al mese precedente. Si tratta del livello massimo da agosto 2015. In rialzo anche la disoccupazione dei giovani tra i 25-34enni (+0,5 punti). E’ invece calata tra gli ultra35enni: -0,3 punti nella classe 35-49 anni e -0,6 punti nella classe 50-64.

Aumentano gli inattivi
Altro aspetto negativo è il fatto che sono aumentati gli inattivi, cioè coloro che non lavorano e non sono in cerca di occupazione. La stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni a luglio è salita dello 0,4% (+53 mila), dopo il calo registrato nei quattro mesi precedenti, con un tasso di inattività pari al 35,2% (+0,2 punti percentuali). L’aumento ha riguardato le donne (+0,6%) a fronte di una sostanziale stabilità degli uomini. Il tasso di inattività maschile, pari al 25,0%, rimane invariato rispetto a giugno, mentre quello femminile si attesta al 45,2%, in aumento di 0,3 punti percentuali.