1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Lavoro ›› 

La disoccupazione in Italia rimane stabile a maggio, donne e giovani i più penalizzati

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Disoccupazione stabile in Italia a maggio anche se risulta in calo il numero degli occupati rispetto ad aprile, soprattutto tra le donne e i giovani. I dati preliminari diffusi oggi dall’Istat evidenziano un tasso di disoccupazione stabile per il terzo mese consecutivo all’8,7 per cento. L’aumento rispetto a maggio 2009 è di 1,2 punti percentuali. Tuttavia, il numero di occupati a maggio (dati destagionalizzati) risulta in diminuzione dello 0,2% rispetto ad aprile (quando era aumentato dello 0,2 per cento) e dell’1,1% rispetto all’anno precedente. Un calo dell’occupazione che ha colpito solo le donne e i giovani. I dati preliminari dell’Istat mostrano infatti che il tasso di disoccupazione maschile è rimasto invariato al 7,7 per cento rispetto ad aprile, mentre quello femminile è stato pari al 10,1 per cento, in aumento rispetto ad aprile (0,1 punti percentuali). Ancora peggio per i giovani il cui tasso di disoccupazione è al 29,2%, evidenziando un aumento di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4,7 punti percentuali rispetto a maggio 2009. Un altro aspetto che emerge dalla rilevazione è la crescita del numero di inattivi (cioè le persone non occupate e che non cercano nemmeno più lavoro) di età compresa tra 15 e 64 anni, che è aumentato dello 0,4% rispetto ad aprile.