Digital&new media, sales&marketing, engineering: figure professionali per settori in crescita

Inviato da Redazione il Ven, 13/09/2013 - 17:09
Eliminare gli sprechi, ridurre i costi operativi, rendere più competitiva la struttura commerciale, esplorare nuovi mercati geografici ed investire in nuove tecnologie. Sono questi alcuni degli obiettivi e, nel contempo, le sfide che le aziende cercheranno di porsi nei prossimi mesi. Per raggiungere quelli che si possono definire dei veri e propri traguardi in una situazione che dal punto di vista economico arranca, il management aziendale deve dotarsi di figure professionali chiave. Da settembre fino almeno alla fine dell'anno i profili professionali più richiesti, secondo l'Osservatorio sul mercato del lavoro di Michael Page, risultano essere i lean manager, ovvero figure con responsabilità nell'ottimizzazione delle risorse e riduzione degli sprechi da parte dell'azienda e dei suoi dipendenti (crescita prevista del 15%); gli E-commerce manager, che hanno la responsabilità di assicurare il raggiungimento degli obiettivi di fatturato del canale online (crescita prevista del 25%). Nella lista spiccano anche gli export manager, profili strategici per aggredire i mercati dei Paesi emergenti (crescita prevista del 20%); i proposal engineers, ruoli chiave nel supportare la divisione vendite aumentandone la competitività (crescita prevista del 5-15%); e infine i Chief Technology officers, professionisti che scelgono le migliori soluzioni tecnologiche e strategiche per i prodotti aziendali (crescita prevista del 22%). "La strategia commerciale di diversificazione sta spingendo molte aziende ad esplorare nuovi mercati geografici e ad investire su nuove tecnologie per fidelizzare i propri clienti e raggiungerne di ulteriori - spiega Tomaso Mainini, managing director di Michael Page - Questa tendenza sta prendendo piede da qualche mese ed è confermata da un incremento del 20% di richieste di manager con esperienza nell'export e nel digital".
COMMENTA LA NOTIZIA