Di Pietro su Alemany (Abertis): quante bugie, pensano ai loro interessi

Inviato da Micaela Osella il Lun, 11/12/2006 - 09:10
Non si fa attendere la risposta del ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro, alle dichiarazioni rilasciate nel fine settimana dall'amministratore delegato della catalana Abertis, promessa sposa di Autostrade, che ha puntato il dito contro le istituzioni italiane. "Invece di prendersela con il governo italiano, dovrebbe riflettere sugli errori suoi e di Autostrade", ha detto Di Pietro in una breve intervista rilasciata a Il Corriere della Sera. "Mi spiega - ha continuato il ministro - perché questo signore va a bussare a tutte le porte di Roma e di Bruxelles anziché presentare il progetto di fusione all'unico soggetto istituzionale che è deputato a dare o negare l'autorizzazione e cioè al ministero delle Infrastrutture?". Alla domanda se facendo muso duro ad Abertis l'Italia perderà un investitore estero il ministro ha glissato dicendo: "Sono le solite bugie. L'Italia non perde un euro. ... Nei piani della fusione non c'era un metro di autostrade in più".
COMMENTA LA NOTIZIA