1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Di Pietro e Autostrade, la saga continua

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il botta e risposta tra Di Pietro e Autostrade non sembra accennare a fermarsi. Martedì il ministro delle Infrastrutture ha fatto notare alla società presieduta da Gianmaria Gros-Pietro che la richiesta di autorizzazione alla fusione con Abertis è “non ricevibile” per mancanza della documentazione di supporto. Nel rispedire la richiesta al mittente, Di Pietro ha sottolineato che il parere del consiglio di Stato era stato chiaro: il rilascio dell’autorizzazione a proseguire nell’operazione è subordinato alla sottoscrizione di un atto aggiuntivo che modifichi le attuali regole della concessione. Accomodante è stata la replica di Autostrade, che afferma di essere “disponibile a concordare preliminarmente con Anas un quinto atto aggiuntivo idoneo a rendere valutabile la richiesta di autorizzazione del progetto di fusione con Abertis”. La società sembra dunque essere ben disposta al dialogo, considerando anche la sua disponibilità a trattare sul quinto aggiuntivo. Unico vincolo: Autostrade non vuole che vengano cambiate le basi sulle quali è stato fissato il con cambio e non venga modificato il valore della società.