Di Paola (Assaeroporti): "Chiediamo aumento tariffe aeroportuali"

Inviato da Alessandro Piu il Ven, 08/09/2006 - 15:59
"Il sistema aeroportuale italiano deve essere messo nelle condizioni di svolgere al meglio il suo ruolo di motore di sviluppo". E' il pensiero che Domenico Di Paola, presidente di Assaeroporti, ha rivolto ai ministri Antonio Di Pietro e Alessandro Bianchi nel corso di un dibattito su infrastrutture e trasporti alla festa della Margherita in corso a Caorle. Gli effetti positivi di un sistema aeroportuale ricadono sul territorio circostante attraverso la capacità di attrarre investimenti e sviluppo economico, turismo, occupazione, di garantire al cittadino la mobilità aerea. Eppure la situazione di sostenibilità economica degli aeroporti italiani è oggi difficile con tasse di imbarco che, dall'anno 2000, non sono state adeguate neanche all'inflazione. "Per questo - ha rimarcato Di Paola - chiediamo la revisione dei requisiti di sistema e un aumento delle tariffe aeroportuali in modo da avvicinarci alla media europea, che ci supera del 40-45%". Per Assaeroporti le prospettive di espansione in Italia ci sono, considerati gli indici di mobilità aerea che più bassi d'Europa, ma è necessaria una crescita non disordinata e non creata per via burocratica ma fatta insieme con gli operatori del settore. "L'obiettivo deve essere quello della centralità del passeggero e del diritto alla mobilità" per portare, nell'arco di cinque anni, l'indice di mobilità aerea italiana al pari di quello europeo, il che comporterebbe la creazione di un "traffico aggiuntivo di circa 50 milioni di passeggeri con evidenti risvolti positivi in termini di sviluppo economico e occupazionale".
COMMENTA LA NOTIZIA