Dexia Asset Management amplia il proprio team dedicato allarea medicale

Inviato da Riccardo Designori il Lun, 09/09/2013 - 16:17

Dexia Asset Management conferma lulteriore ampliamento del proprio team specializzato nellarea medicale con la nomina di Ward Capoen in qualit di analista esperto in biotecnologie. Ward Capoen si laureato nel 2006 in Biotecnologie presso lUniversit di Gent.




Dopo 4 anni di post-dottorato EMBO trascorsi al John Innes Centre di Norwich (Regno Unito), ha ottenuto una borsa di studio di ricerca presso la Harvard Medical School e il prestigioso Brigham & Womens Hospital di Boston (Stati Uniti). Ha poi ultimato la sua carriera accademica con un MBA della Vlerick Business School (Belgio), completando nel contempo un internship presso Eli Lilly, primario gruppo farmaceutico. Capoen autore di numerosi articoli e pubblicazioni di settore. Le sue capacit sono state attestate con lassegnazione del premio "Excellent Poster" in occasione del 9 Congresso Internazionale di Biologia Cellulare, tenutosi nel 2008 a Seul.




Rudi Van den Eynde, Responsabile Thematic Global Equity e gestore fondi di Dexia Equities L Biotechnology accoglie con piacere questa nomina: "Larrivo di Ward Capoen potenzia in misura significativa il team medicale e ci consente di consolidare ulteriormente il nostro punto di forza principale: lanalisi dei dati medici relativi a farmaci sperimentali e a nuove promettenti terapie. Il nostro approccio scientifico stato essenziale ai fini del successo della strategia messa in atto nel corso degli ultimi 13 anni in campo biotecnologico. Sono certo che la profonda conoscenza vantata da Ward Capoen in materia di biologia cellulare e la sua solida rete di contatti accademici ci permetter di continuare ad ottenere notevoli risultati per i nostri investitori".




Rudi Van den Eynde e il suo team gestiscono il pluripremiato fondo Dexia Equities L Biotechnology che a fine agosto vantava un patrimonio di 491 milioni di dollari Usa. Nei primi 8 mesi dellanno la performance annuale del fondo era pari a 46,78%, su un orizzonte temporale di tre anni pari al 30,92% e del 21,19% nellultimo quinquennio.




Fin dalla sua introduzione nel 2000 Dexia Equities L Biotechnology stato pi volte premiato in diversi paesi europei. Nel 2013 ha ricevuto finora 13 riconoscimenti come migliore fondo in Europa, Germania, Austria e Svizzera per le performance registrate nel 2012.




"Nel corso degli ultimi anni, Dexia Equities L Biotechnology si imposto al centro del settore delle biotecnologie, ha spiegato Rudi van den Eynde. "Il fondo contempla lintera innovazione medica: dalle patologie note (ad esempio, oncologia e diabete) alle malattie orfane e agli indicatori di nicchia come la psicosi correlata al morbo di Parkinson. In considerazione della sempre crescente innovazione scientifica e del contesto di ragionevole valorizzazione rimaniamo fortemente ottimisti su questo settore.
COMMENTA LA NOTIZIA