1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

Deutsche Bank, Unicredit tra le banche più forti verso cui confluiranno asset nel 2008

QUOTAZIONI Unicredit
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Come mettono in evidenza gli esperti di Deutsche Bank in un report sulle banche europee di questa mattina, in questo momento gli istituti finanziari e i mercati stanno attraversando una fase di severa restrizione del credito, il cosiddetto “credit crunch”. Anche se, va rilevato, ciò sta accadendo in modo non uniforme, spingendo così gli esperti della casa d’affari tedesca a ritenere che “uno dei grandi argomenti del 2008 sarà il trasferimento di asset da banche più deboli a banche più forti”. E’ in questo senso, insomma, che si disputerà la partita che potrebbe mettere fuori gioco i player bancari meno stabili. In ogni caso, sottolineano da Deutsche Bank, in generale il comparto delle banche sugli attuali livelli tratta a 9 volte gli utili attesi per il 2008. Le azioni preferite dalla casa d’affari teutonica, come sottolineato nel report, sono quelle con bilanci solidi che possono generare utili senza dovere per forza puntare su una crescita del credito. Passando ai nomi, le top pick di Deutsche Bank sono Lloyds Tsb, che ha un target price di 600 pence; Unicredit, il cui prezzo obiettivo è individuato a 7,9 euro; Bnp Paribas, per la quale il target price si colloca a 85 euro; Dnb Nor, che ha un prezzo obiettivo di 91 corone norvegesi; e Kbc, l’ultima arrivata nella lista, con un target price a 109 euro.