Denaro sulle tlc, Fastweb fa la voce grossa sull'S&P/Mib

Inviato da Redazione il Mer, 04/01/2006 - 14:16
Quotazione: TISCALI
Quotazione: TELECOM ITALIA
Quotazione: FASTWEB
Giornata positiva per il comparto telefonico a Piazza Affari. Dopo una prima parte di seduta in seconda linea, i titoli tlc hanno accelerato con decisione portandosi nelle posizioni di testa del listino. Il settore va bene in tutta Europa e la big nostrana, Telecom Italia, fa segnare un rialzo dell'1,74% a 2,5375 euro. Sull'S&P/Mib spicca però la performance di Fastweb che sale del 3,43% a 40,4 euro dopo aver toccato a metà seduta un massimo a 40,8 euro. Nell'ultimo mese e mezzo il titolo aveva ritracciato dai massimi del 2005 toccati a metà novembre (43,4 euro) dopo la notizia del mandato a Deutsche Bank per sondare il terreno su alternative strategiche di sviluppo della società. Dalle sale operative fanno sapere che gli acquisti sono giustificati anche dalle attese per i dati preconsuntivi di bilancio in arrivo lunedì prossimo. Inoltre la società guidata da Stefano Parisi è una possibile preda all'interno della nuova voglia di M&A che potrebbe attraversare il settore telefonico europeo. sia di qualche grande operatore straniero, sia di un fondo d'investimento interessato a valorizzare gli asset che comprendono. Il presidente di Fastweb, Silvio Scaglia, ha recentemente dichiarato che il futuro di Fastweb sarà chiaro entro primavera. Al di fuori delle 40 blue chip di riferimento di Milano, spicca anche il quasi +3% a 2,80 euro di Tiscali, anche lei possibile preda di qualche big del settore.
COMMENTA LA NOTIZIA