1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Denaro sulle banche, Enel immobile

QUOTAZIONI Terna
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sul paniere delle 40 blue chip nostrane a farla da padrone sono state le banche. I rialzi più decisi hanno infatti portato la firma di Unicredit, SanPaolo, Mps e Intesa, tutti titoli con guadagni superiori ai due punti percentuali. Sugli scudi anche FastWeb (+2,46%), Seat Pagine Gialle (+2,14%) e Italcementi (+2,27). Quest’ultima ha mostrato di non risentire più di tanto al giudizio elaborto dagli esperti di Ing, che hanno ritoccato al ribasso la raccomandazione, portandola da “buy” a “hold”, lasciando il target price invariato a 15,3 euro per le azioni ordinarie e a 11 euro per le risparmio non convertibili. Tuttavia, gli analisti della casa d’affari olandese hanno fatto sapere che mantengono un parere positivo sul piano industriale del gruppo cementiero, che mira a raggiungere il 50% della capacità di produzione nei Paesi emergenti e ad aumentare invece la redditività nei mercati più maturi. Denaro sui titoli del comparto media. Bulgari, malgrado una partenza stentata nel giorno dopo l’annuncio delle vendite del 2005, è riuscita a conquistare il segno positivo e a terminare con un progresso dello 0,79% a 9,61 euro. Incremento circa pari all’1% per Terna, che ha beneficiato dell’upgrade del target price di Ing e Morgan Stanley. Entrambe le case d’affari hanno ritoccato al rialzo il prezzo obiettivo individuato per l’azione del comparto energetico, portandolo da 2,20 a 2,30 euro. Immobile Enel a 6,965 euro, nel giorno in cui ha annunciato che il margine operativo lordo (Ebitda) nel 2005 si è attestato a oltre 7,7 miliardi di euro, con un incremento del 10% sul 2004. Questa cifra è al netto del rimborso degli stranded costs pregressi riconosciuti in quell’anno, pari a 1,1 miliardi di euro. Includendo tale partita, dice la società, l’Ebitda del 2004 risulta pari a 8,1 miliardi di euro. L’unico titolo dell’S&P che ha archiviato il mercoledì con un ribasso superiore al punto percentuale è stato Ras (-1,27%).