1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Delusione Bce: attese dei mercati erano irrealistiche. Oggi i dati sul mercato del lavoro Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La delusione è stata forte e si è vista tutta nella reazione delle quotazioni sui mercati azionari e nella reazione del cambio tra dollaro e yen. La Banca centrale europea ha deciso di non procedere con nuovi stimoli e di non dare indicazioni sul futuro, confermando però la disponibilità ad acquistare titoli di Stato. “Il quantitative easing rimane nell’agenda della Bce – commenta Jasper Lawler, market analyst di CMC Markets UK – ma i mercati si erano spinti un po’ troppo avanti con le attese. Quanti si attendevano un annuncio già in questo meeting o nella prima riunione del 2015 hanno pertanto dovuto riposizionarsi. Ciò spiega la discesa delle Borse e l’indebolimento del dollaro. Oggi toccherà ai dati sul mercato del lavoro americano confermare o invertire il movimento”. Secondo Lawler una numero di nuovi salariati nei settori non agricoli sopra le 200mila unità ma non vicino a quota 300mila, cosa che avvicinerebbe un incremento dei tassi da parte della Fed, dovrebbe sostenere i mercati azionari mentre una delusione rispetto al consensus (232mila) indebolirebbe il dollaro.