I deludenti dati macro Us fanno sbandare la Borsa di Milano -2-

Inviato da Redazione il Gio, 15/07/2010 - 17:48
Quotazione: UNICREDIT GROUP
Quotazione: INTESA SAN PAOLO
Quotazione: PRYSMIAN
Quotazione: FCA CHRYSLER
Vendite diffuse sul comparto bancario. Gli operatori restano in attesa dell'esito degli stress a livello europeo, che verranno svelati il prossimo 23 luglio. Oggi il governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, si è detto fiducioso sugli stress test visto che gli istituti italiani hanno "una capitalizzazione adeguata". In Borsa Unicredit ha ceduto l'1,94% a 2,02 euro, Intesa SanPaolo il 2,63% a 2,40 euro, Monte dei Paschi il 2,30% a 0,955 euro, Banco Popolare il 2,39% a 4,687 euro, Popolare di Milano l'1,85% a 3,71 euro, Ubi Banca l'1,43% a 7,92 euro.

Fiat ha lasciato sul parterre l'1,01% a 9,28 euro. Nel mese di giugno il gruppo torinese ha immatricolato 98.687 vetture, registrando una flessione del 20,8% rispetto allo stesso mese dell'anno passato. Lo ha rivelato l'Associazione dei costruttori europei (Acea). La quota di mercato del Lingotto è scesa dall'8,7% al 7,4%. Prysmian (-0,39% a 12,62 euro) non ha sfruttato appieno la nuova commessa da 250 milioni per la realizzazione di una rete elettrica ad Abu Dhabi.
COMMENTA LA NOTIZIA