De’Longhi: acquisito il 40% del gruppo svizzero Eversys, opzione sul restante 60%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il Gruppo De’ Longhi ha raggiunto un accordo per l’acquisizione del 40% del gruppo svizzero Eversys, con l’opzione di acquisire il restante 60% attraverso un meccanismo di “put & call“ entro il termine massimo del 30 giugno 2021 (ma non prima del termine di 2 anni dalla data di closing).

“Questa operazione – riporta la nota della società – rappresenta l’ingresso del Gruppo De’ Longhi nel settore delle macchine professionali per il caffè espresso, con focus sui modelli superautomatici”.

Il Gruppo Eversys è attivo nella progettazione e realizzazione integrata di macchine per il caffè espresso destinato ad utenti professionali e ha fatturato nel 2016 circa 17,3 milioni di franchi svizzeri (+48% rispetto all’anno precedente), pari a circa 16,2 milioni di euro.

“L’esborso iniziale massimo previsto sarà pari a circa CHF 21 milioni e comprenderà un ammontare variabile tra CHF 15,3 milioni e CHF 17,4 milioni per il 40% di partecipazione azionaria e, per la parte residua, un prestito soci necessario per gli investimenti previsti da business plan”.

“Il prezzo massimo pagabile per il 100% del gruppo sarà determinato sulla base di un multiplo dell’Ebitda di Eversys dell’ultimo anno fiscale chiuso disponibile al momento dell’esercizio delle relative opzioni (e comunque non oltre l’anno fiscale 2020); sulla base del business plan esistente, tale importo massimo è stimato ad oggi in circa CHF 100 milioni”.

Il perfezionamento dell’operazione è previsto entro metà luglio 2017.