1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Dell deprime il comparto tech e si prepara a un’apertura negativa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo aver depresso per tutta la mattinata i titoli del comparto tecnologico europeo, il peggiore con un ribasso di oltre un punto e mezzo percentuale, il titolo Dell si prepara a un’apertura negativa sulla Borsa statunitense.


I future sull’azione del produttore di computer segnano infatti un ribasso di circa 10 punti percentuali dopo la comunicazione, ieri a mercati chiusi, dei risultati del secondo trimestre che hanno deluso le attese degli analisi. Nell’after hours della seduta di giovedì il calo era stato del 17% circa.

I secondi tre mesi dell’anno si sono conclusi per Dell con un calo degli utili pari al 17% rispetto allo stesso periodo del 2007, attestandosi a 616 milioni di dollari contro 746. L’utile per azione risulta quindi pari a 31 centesimi (33 centesimi al netto dei costi di ristrutturazione e altre voci straordinarie). Le attese del mercato si posizionavano intorno ai 36 centesimi per azione contro i 33 del secondo trimestre 2007. In crescita i ricavi, a 16,43 miliardi di dollari da 14,78 mentre il margine operativo lordo è crollato del 17,2%.


A minare i risultati di Dell è stata l’intensa competizione sui prezzi con la concorrenza, una scelta strategica per espandere la base della clientela retail, che si è accoppiata con la debolezza dei consumi statunitensi e con l’indebolimento di altre due aree geografiche fondamentali, l’Europa e l’Asia. “La strategia scleta per espandere la crescita in alcune aree di business ha impattato sull’andamento dei margini di profitto” ha ammesso il direttore finanziario, Brian Gladden. Una strategia che verrà perseguita dalla compagnia anche nel prossimo futuro di pari passo con il programma di taglio dei costi. Dell si è posta un obiettivo di riduzione delle spese per 3 miliardi di dollari entro la fine dell’anno fiscale 2011.