1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

La decisione del Gip da’ scacco matto ad Rcs

QUOTAZIONI Rcs Mediagroup
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Fuggi fuggi generale da Rcs. Il titolo della holding di via Solferino sta lasciando sul campo un sonoro 5,70% a 6,38 euro. Forti i volumi: sono, infatti, passati di mano 6,2 milioni di pezzi contro una media giornaliera delle ultime trenta sedute pari a 4 milioni di pezzi. A dare scacco matto a Rcs Ll intercettazioni di Fiorani, Ricucci e Gnutti che hanno scoperchiato il vaso di Pandora, allargando anche a Via Solferino il terremoto che sta scuotendo il sistema bancario italiano. Secondo il gip Clementina Forleo, come è scritto nel dispositivo che convalida il sequestro delle azioni Antonveneta, “già dal tenore delle prime conversazioni emerge chiaro che sia nelle operazioni finanziarie su Padova sia in quelle su Bnl e Rcs venivano concentrate ed occultate ulteriori iniziative di rastrellamento di titoli”. I magistrati insomma sembrano essere arrivati alle stesse conclusioni di Piazza Affari: l’immobiliarista romano, Stefano Ricucci, non agisce in proprio. Ma piuttosto opera all’interno di una cordata che potrebbe puntare a scardinare con un’Opa delicati equilibri dell’azionariato del Corriere della Sera. E ora secondo alcuni trader, il provvedimento del Gip di Milano di sospensione di Stefano Ricucci dalla propria attività professionale ed imprenditoriale potrebbe bloccare la scalata ad Rcs Media.