Debole il comparto farmaceutico, -8,96% per la svizzera Actelion

Inviato da Luca Fiore il Lun, 27/09/2010 - 19:25
In una giornata in cui gli indici europei hanno chiuso generalmente deboli, in linea con l'intonazione generale l'andamento del comparto farmaceutico, sotto i riflettori per una serie di notizie che stanno catalizzando l'attenzione degli operatori.

La Svizzera Actelion oggi ha accusato un calo del 8,96% dopo la diffusione della notizia che il farmaco antiemorragico Clazosentan non ha superato i test di efficacia; perdita più contenuta per Astrazeneca a Londra, -1,6%, alle prese con un caso simile. Il farmaco Zibotentan destinato alla cura del cancro alla prostata non si è dimostrato, nell'ultima fase di prove, utile ad incrementare le possibilità di sopravvivenza.

Dalla Francia invece il tema del giorno per Sanofi-Aventis è l'acquisizione della statunitense Genzyme. Il titolo ha perso l'1,22%; fonti societarie non hanno voluto commentare le indiscrezioni secondo cui la società starebbe cercando di racimolare nuovi fondi per alzare la proposta.

In controtendenza, sempre sul listino pagino, il +1,54% di Ipsen, ed a Piazza Affari, il +1,23% di Recordati.
COMMENTA LA NOTIZIA