1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Debito Usa: per Fitch tripla A a rischio senza un accordo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
La tripla A degli Stati Uniti torna a vacillare. Se il Congresso non dovesse raggiungere un’intesa  sull’innalzamento del tetto del debito in maniera tempestiva, la prima economia mondiale potrebbe uscire dal prestigioso club ‘AAA’. Questo l’avvertimento lanciato oggi da Fitch Ratings che si è detta pronta ad avviare “un esame formale del rating” se l’intesa non venisse raggiunta.
“In assenza di un accordo sulla riduzione del deficit di medio termine credibile e condiviso – si legge nel report odierno –  l’attuale outlook negativo sul rating ‘AAA’ potrebbe sfociare in un declassamento entro la fine dell’anno, anche se un’altra crisi del tetto del debito venisse scongiurata”.  Secondo gli esperti dell’agenzia “il tetto del debito è un meccanismo inefficace e potenzialmente pericoloso per far rispettare la disciplina di bilancio”.
Fitch ha tuttavia sottolineato che si attende che il Congresso proceda ad aumentare il tetto del debito e di conseguenza il rischio di un default degli Stati Uniti rimane “estremamente basso”.

L’agenzia a stelle e strisce potrebbe così seguire il clamoroso esempio di Standard & Poor’s che nell’agosto del 2011 ha tagliato per la prima volta dopo 70 anni il giudizio sulla prima economia mondiale,abbassando la valutazione da AAA ad AA+. L’agenzia Usa ha allora giudicato insufficiente l’accordo sul debito stato raggiunto in quel periodo.

Nonostante l’allarme di Fitch a metà seduta la Borsa di Milano si muove in territorio positivo con il Ftse Mib che sale dello 0,3% a 17.445 punti. La volatilità rimane comunque alta tra i principali listini del Vecchio continente: a Parigi il Cac40 è in frazionale calo a 3.707 punti, mentre il Ftse100 segna un +0,09% a 6.113. A Madrid l’Ibex35, peggior indice in Europa, indietreggia dello 0,74% a 8.568.