Debiti Pa: Confindustria, sblocco 48 miliardi porterebbe ad un +1% del Pil dopo tre anni

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 16/04/2013 - 10:33
Con l'immediata liquidazione di 48 miliardi si genererebbero in tre anni 10 miliardi di investimenti aggiuntivi delle imprese che avrebbero l'effetto di aumentare il livello del Pil: dopo tre anni di circa l'1%. A dirlo Marcella Panucci, direttore generale di Confindustria durante l'audizione parlamentare sul decreto legge che sblocca i pagamenti della pubblica amministrazione, come riportato dalle maggiori agenzie di stampa. A detta del direttore generale, il miglioramento del contesto macro economico e della posizione di bilancio aziendale farebbe alzare i rating bancari attribuiti alle singole imprese, frenerebbe l'aumento delle sofferenze, favorirebbe l'erogazione di credito a tassi più bassi. Una volta in questa situazione ci potrebbe essere l'auto-alimentazione di questo processo mettendo così in moto un circolo virtuoso: più liquidità, più investimenti, più crescita, rating migliori, più credito e di nuovo più investimenti. Dopo cinque anni, ha aggiunto Panucci, l'aumento del Pil toccherebbe l'1,4% e gli occupati crescerebbero di 243 mila unità.
COMMENTA LA NOTIZIA