1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

La debacle di Fiat pesa sugli indici di Piazza Affari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta in rosso per Piazza Affari, che nel corso della giornata ha ampliato il calo della mattinata: l’indice Mibtel ha tagliato il traguardo in perdita dell’1,54% a 24.991 punti, mentre lo S&P/Mib è scivolato dell’1,58% a quota 32.648. La Borsa di Milano, come le maggiori piazze europee, ha scontato i dati dell’Unione europea sul preoccupante stato di salute dell’economia del Vecchio continente. Nel 2007 il Pil della zona dell’euro ha segnato una crescita del 2,6% nella zona dell’euro e del 2,9% nell’Ue-27, in rallentamento dopo rispettivamente il +2,8% e il +3,0 del 2006 secondo i dati annunciati da Eurostat, l’ufficio europeo di statistica.
Zavorre del listino Fiat e Alitalia, con il titolo della casa automobilistica in caduta del 6,36% a 13,06 euro e quello della compagnia di bandiera in calo del 5,54% a quota 0,5645. A incidere sulla performance del Lingotto sono i dati delle immatricolazioni di febbraio. L’amministratore delegato del Lingotto Sergio Marchionne al salone dell’Auto di Ginevra, che si è aperto oggi, ha ammesso che il 2008 sarà un anno duro. Male anche Stmicroelectronics (-4,23%), che ha pagato pegno sulla limatura dei profitti del gigante statunitense Intel.