Debacle di Fastweb, sempre deste Fiat e Intesa Sanpaolo

Inviato da Redazione il Mar, 23/01/2007 - 17:48
Martedì incerto per il listino milanese che ha più volte invertito la tendenza prima di andare a chiudere la giornata in positivo, sovraperformando rispetto alle altre principali borse europee. L'S&P/Mib ha archiviato la sessione con un progresso dello 0,25% a 42106 punti, più flebile il rialzo messo a segno dal Mibtel (+0,05% a 32351 punti). Riflettori di giornata puntati già dalle prime battute su Fastweb. Sulla tlc milanese si è abbattuto lo spettro di indiscrezioni relative a un'inchiesta su fatturazioni telefoniche fittizie che starebbe portando avanti la Procura di Roma con Silvio Scaglia e altri cinque manager. Il titolo ha chiuso in calo del 4,3% a 40,42 euro. Sul versante opposto del listino si sono ancora una volta distinte in positivo Fiat (+0,8% a 15,8 euro) e Intesa Sanpaolo (+1,2% a 5,915 euro).
COMMENTA LA NOTIZIA