De' Longhi: Ubm consiglia di aspettare a entrare sul titolo

Inviato da Redazione il Lun, 18/07/2005 - 12:04
Quotazione: DE'LONGHI
L'estate impazza, ma gli affari non sembrano sorridere a De'Longhi. I ricavi consolidati preliminari del gruppo sono diminuiti di circa il 12% a tassi di cambio correnti nel secondo trimestre 2005. Complessivamente nel primo semestre dell'anno i ricavi hanno registrato una contrazione di circa il 13% a tassi di cambio correnti. "Il calo del fatturato è in gran parte dovuto al segmento del condizionamento che è stato penalizzato dall'elevato livello delle scorte presso la distribuzione e da un clima non favorevole", commentano gli analisti di Ubm nella nota uscita oggi e raccolta da Finanza.com. "Alla luce dei risultati conseguiti ad oggi, gli obiettivi aziendali sull'anno di una crescita dei ricavi e un miglioramento della redditività non sono più realizzabili", aggiungono. "Nonostante una valutazione abbastanza attraente in termini di multipli, la nostra
opinione è stata da tempo di aspettare ad investire sul titolo alla luce della scarsa visibilità relativa alla stagione del condizionamento. Infatti avevamo timore che una stagione non brillante potesse compromettere il turnaround della redditvità che invece in termini industriali comincia a beneficiare della delocalizzazione produttiva in Cina. Ciò purtroppo si è avverato. Ci sentiamo di ribadire la nostra posizione di attesa anche se un risultato così debole avrà necessariamente un impatto molto negativi sul
titolo", concludono a Ubm. Rating hold (titolo da tenere in portafoglio) confermato.
COMMENTA LA NOTIZIA