1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

De Benedetti prepara l’ingresso in Tiscali

QUOTAZIONI Tiscali
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il fondo di turnaround Management & Capitali di Carlo De Benedetti farà la sua entrata nel capitale di Tiscali. L’operazione, ufficializzata questa mattina in una nota, avverrà con un investimento di 60 milioni di euro in un prestito obbligazionario convertibile in azioni della stessa società. In caso di conversione totale della quota di prestito, M&C si troverebbe con 22,2 milioni di azioni, pari a circa il 5% dell’attuale capitale sociale di Tiscali.


 

“Con questa operazione – si legge nella nota – M&C intende supportare la crescita e lo sviluppo di Tiscali in Italia e nel Regno Unito, dove Tiscali intende raggiungere un’adeguata scala dimensionale e presentare un’offerta di servizi completa supportata da una rete di infrastrutture moderna ed efficiente”. Nel Regno Unito, con l’acquisizione e l’integrazione delle attività di Pipex, Tiscali UK è tra i primi quattro operatori.


 


Il prestito avrà durata di 5 anni, al tasso del 6,75%, rimborsabile in azioni Tiscali di nuova emissione a un prezzo di conversione pari a 2,70 euro per azione (corrispondente a un premio del 16% sul prezzo di riferimento di venerdì 16 novembre). Le obbligazioni, garantite da Tiscali, saranno emesse da una società di diritto lussemburghese, controllata dalla stessa Tiscali, in data successiva alla assemblea straordinaria degli azionisti di Tiscali che delibererà l’aumento di capitale al servizio della conversione delle obbligazioni. Le obbligazioni non saranno convertibili per un anno dalla loro emissione e gli interessi saranno corrisposti a scadenza, ovvero prima della scadenza nelle eventualità di conversione, anche parziale.


 


In caso di non conversione nel periodo di durata delle obbligazioni, a scadenza M&C riceverà un numero di azioni Tiscali, valorizzate sulla base della media semplice del prezzo ufficiale delle stesse nei 20 giorni precedenti alla scadenza, tale da rimborsare il valore nominale delle obbligazioni e gli interessi maturati; in ogni caso tali azioni rivenienti dal rimborso non potranno rappresentare una partecipazione superiore al 10% dell’attuale capitale sociale (ovvero corrispondente a circa 42,4 milioni di azioni).


 


Si prevede che l’emissione obbligazionaria avverrà entro la fine dell’esercizio 2007, anteriormente all’esecuzione dell’aumento di capitale in opzione ai soci deliberato dal consiglio di amministrazione di Tiscali per un ammontare di 150 milioni.


 

Contestualmente all’ufficializzazione venuta da M&C, il cda di Tiscali  ha deliberato un aumento di capitale per un importo massimo di 150 milioni di euro da eseguirsi nei primi mesi del 2008, contro una delega fino a 220 milioni.