Dax, verso il completamento del pull back di area 6.340 punti

Inviato da Riccardo Designori il Mar, 15/03/2011 - 14:04
Quotazione: GERMANIA DAX GEN
Peggior paniere del Vecchio Continente, il Dax paga le vendite che stanno colpendo sia il settore assicurativo sia quello delle utility. I timori scatenati a livello globale dal dramma nipponico potrebbe tuttavia offrire interessanti punti di ingresso long di medio periodo. Partendo dal presupposto che la locomotiva tedesca appare ancora lanciata, la flessione odierna legata alla decisa violazione dei supporti statici di area 6.840/6.850 punti vede il paniere teutonico viaggiare verso i fondamentali sostegni grafici in prossimità della soglia dei 6.350 punti. Tale livello tra l'aprile e l'ottobre 2010 aveva ripetuta temente ostacolato le velleità rialziste del Dax e solo l'accelerazione del 13 ottobre oltre la soglia indicata aveva permesso il rally terminato con i top del 16 febbraio 2011 a 7.038 punti. L'estensione della fase di accumulazione volta a sfruttare un rimbalzo può peraltro essere portata fino a 6.460 punti, zona ove si trovano una serie di minimi lasciati dalle sedute del 18 e 20 ottobre. La soglia combacerebbe anche con il transito del 61,8% di Fibonacci calcolato sul movimento ascendente che ha caratterizzato i corsi del Dax da fine agosto 2010. In base agli elementi forniti dall'analisi è dunque possibile posizionare i propri ordini di acquisto a 6.350, circa il 2,7% in meno dei valori a cui scambia ora il paniere. Lo stop si avrebbe con flessioni sotto 6.115 punti, i target invece possono considerarsi interessanti. Il primo è infatti collocato all'altezza dei supporti statici violati oggi a 6.840 punti mentre il secondo è a 7.085 punti.
COMMENTA LA NOTIZIA