1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dax al bivio, nel mirino i minimi del 20 luglio

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La partenza in gap down del paniere tedesco ha ulteriormente deteriorato il quadro grafico di fondo. L’unica speranza di una tenuta dopo gli scivoloni dell’ultima settimana è rappresentata dal supporto offerto dalla trend line rialzista ottenuta unendo i massimi crescenti dell’8 febbraio a 5434 punti, del 7 maggio a 5655 punti e del 5 luglio a 5809 punti. Il minimo intraday registrato nella prima parte della seduta odierna si è appoggiato proprio a tale trend line. Gli investitori potrebbero dunque tentare un timido rimbalzo fino a 6000 punti, utile per chiudere il gap ribassista lasciato dall’apertura odierna rispetto alla chiusura di ieri. Considerando la configurazione grafica anche degli altri indici azionari del Vecchio Continente e d’Oltreoceano, aprire una strategia short a 6000 punti, con stop in caso di un ritorno sopra 6050 punti, potrebbe risultare interessante. Il target più immediato si avrebbe in questo caso in prossimità di 5906 punti, minimo del 20 luglio scorso. Il triangolo ribassista che si verrebbe a creare a quel punto avrebbe peraltro ripercussioni decisamente più importanti, con l’indice orientato a quel punto in area 5400 punti. Chi volesse entrare invece sulla debolezza potrebbe aprire una strategia short al cedimento della trend line rialzista precedentemente ricordata, con stop in questo caso sopra il massimo odierno.