1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Davos, Cina e Russia attaccano gli Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Cina e Russia all’attacco degli Usa. In occasione del summit mondiale in corso a Davos, le due potenze hanno inveito contro le malefatte del capitalismo occidentale che hanno indebolito l’intero mondo. Assenti gli esponenti dell’Amministrazione Obama – trattenuti a Washington per i piani d’emergenza antirecessione – il summit dell’establishment globale è stato aperto da Wen Jiabao e Vladimir Putin. Il premier cinese ha avuto parole severe contro “l’eccessiva espansione delle istituzioni finanziarie, il fallimento di chi doveva regolare i mercati, il prevalere della finanza sull’economia reale”. Una frecciata particolare Wen l’ha scagliata contro l’America, le sue “politiche macroeconomiche sbagliate” che hanno provocato “insufficienza di risparmio e gravi squilibri mondiali”. Wen ha ammesso come la crisi stia colpendo anche il suo Paese e che non bisogna ricorrere a protezionismi nazionali. Putin ha rincarato la dose, sfoderando il suo sarcasmo feroce: “Un anno fa qui a Davos i leader americani continuavano a rassicurarci sulla stabilità del loro sistema. Oggi la maggior parte delle banche di Wall Street di fatto non esistono più, le loro perdite in dodici mesi hanno cancellato gli utili di 25 anni. Non troveremo la terapia giusta per uscirne, se non abbiamo chiare le cause di questa tempesta perfetta”.