1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Dati Us: analisti, la revisione del deflatore sostiene l’approccio graduale della Fed

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“L’aspetto più rilevante delle informazioni venute dai dati finali sul Pil americano del primo trimestre, per quanto non molto dissimili da quelli della seconda lettura, è il contenimento delle pressioni inflative. Indicazioni che potrebbero essere utilizzate nel corso del Fomc in corso per sostenere la possibilità della continuazione di un approccio graduale di politica monetaria”.
Questo il giudizio dell’analista di un ufficio studi contattato da Finanza.com in merito alle conseguenze della revisione al 3,8% della crescita del Pil Us nei primi tre mesi del 2005. “In questo contesto – ha poi proseguito l’analista – qualora dovessero
emergere segnali di rallentamento dell’economia, l’assenza di spinte
inflazionistiche potrebbe essere un elemento favorevole a una pausa nei rialzi dei tassi magari dopo il Fomc del 9 agosto”.