Dati Us: analisti, possibile in febbraio un'estensione del recupero del dollaro

Inviato da Redazione il Gio, 10/02/2005 - 17:05
I due driver principali del dato di oggi sono stati il calo del prezzo del greggio a dicembre e la revisione delle importazioni canadesi dagli Usa di novembre per circa 1 miliardo di dollari, ma per il 2005 il tema del deficit commerciale insieme a quello di bilancio rimarrà ancora un fattore di riferimento per l'evoluzione del dollaro. Così si esprimono gli analisti di un ufficio studi interpellato da Spystocks sul dato relativo al deficit della bilancia commerciale statunitense. "Sul tema del differenziale dei tassi tra Usa e Eurozona - dicono gli analisti - il mese di febbraio offrirà notevoli spunti e la fase di recupero potrebbe estendersi complessivamente all'ìntero mese in corso". Il prossimo appuntamento di rilievo in ottica forex è comunque considerato quello relativo alla comunicazione degli acquisti netti di asset Usa da parte di investitori esteri nel mese di dicembre, in pubblicazione il prossimo martedì.
Da un punto di vista grafico gli analisti indicano l'area 1,25-1,27 come rilevante per il cross in considerazione dell'ipotesi di accelerazione del processo di rialzo dei tassi da parte della Fed, con 1,27 che rappresenta esattamente il 50% del ritracciamento dell'intero movimento dell'euro/dollaro intervenuto nel 2004.
COMMENTA LA NOTIZIA