1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati mercato lavoro Us mettono di cattivo umore le Borse, dollaro in picchiata

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Negative le indicazioni arrivate dal mercato del lavoro statunitense. Repentina la reazione dei mercati con le principali Borse europee passate in territorio negativo, i futures Us che preannunciano una partenza in rosso dell’ultima seduta dell’ottava e il dollaro che cede terreno sul mercato valutario. Nel dettaglio l’indice Ftse Mib, in nattesa dell’avvio di Wall Street, cede quasi 1 punto percentuale, mentre il cross dollaro/yen ha toccato un minimo a 85,12 yen.

Gli Stati Uniti hanno bruciato posti di lavoro per il secondo mese consecutivo. A luglio sono stati persi 131 mila posti di lavoro nel settore non agricolo (non farm payrolls). Il consensus stimava un calo di 65 mila posti di lavoro dopo i -221 mila del mese precedente (rivisto da -125 mila). Il tasso di disoccupazione risulta fermo al 9,5% rispetto al rialzo al 9,6% atteso dal mercato, ma sul dato incide il minore numero di persone che risultano in cerca di lavoro. Si conferma invece il trend di creazione di posti di lavoro nel settore privato: +71 mila unità a luglio (consensus era +90mila), mentre c’è stata una decisa revisione al ribasso dei posti creati a giugno (+31 mila da +83 mila della precedente rilevazione).