1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

E’ un’altra giornata da dimenticare per la Borsa di Milano. Dopo il tracollo di lunedì (-3,87%), ieri il listino meneghino ha lasciato sul parterre il 2,5%. Il differenziale di rendimento tra il Btp decennale e il Bund ha toccato ieri mattina il nuovo record a 384 punti base. La corsa dello spread si riflette soprattutto sui titoli delle banche, le maggiori detentrici del debito nazionale. L’attenzione è già rivolta a oggi quando il premier Berlusconi, dopo giorni di assoluto silenzio, riferirà sulla crisi economica prima alla Camera e poi al Senato. Male anche i dati macro Usa di reddito personale a giugno e le spese personali. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha ceduto il 2,53% a 17.272 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato del 2,51% a quota 17.985.

Banche ancora a picco: Ubi Banca ha ceduto il 5,50% a 2,92 euro, Unicredit il 5,77% a 1,127 euro, Intesa SanPaolo il 5,24% a 1,411 euro, Popolare di Milano il 5,04% a 1,357 euro, Mediobanca il 4,59% a 5,815 euro, Banco Popolare il 4,37% a 1,183 euro, Monte dei Paschi il 3,28% a 0,466 euro.
Raffica di vendite anche sulla galassia Agnelli: Fiat Spa ha perso l’8,43% a 6,08 euro, Fiat Industrial il 6,18% a 8,35 euro, Exor il 6,37% a 19,12 euro. Altra giornata in rosso per Finmeccanica, che archiviato la seduta con un -3,84% a 5,015 euro. Fitch ha tagliato il rating del colosso pubblico a BBB, confermando l’outlook negativo.

Enel Green Power (+0,90% a 1,688 euro) ha svettato sul paniere principale accelerando dopo la pubblicazione dei conti del primo semestre. La controllata verde di Enel nei primi sei mesi del 2011 ha registrato ricavi totali per 1,33 miliardi di euro, +295 milioni (+28,4%) rispetto allo stesso periodo del 2010 (1,04 miliardi). Il risultato netto del primo semestre è stato pari a 300 milioni, con un incremento di 47 milioni (18,6%) rispetto ai 253 milioni precedenti.

Nuova seduta di vendite sui listini europei. Il tedesco Dax ha terminato in calo del 2,26% a 6.976,75 punti, rosso del 2,18% per l’Ibex a 9.114,9, -1,82% a Parigi per il Cac40 a 3.522,79 mentre il Ftse100 con un -0,97% è sceso a 5.718,39.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COLLOCAMENTO AZIONI

Emak: Yama avvia un collocamento sul 10% del capitale

Yama Spa, azionista di maggioranza di Emak con il 75,185% del capitale, ha avviato la cessione di massime 16,4 milioni di azioni, corrispondenti a circa il 10% del totale. Il collocamento verrà realizzato attraverso una procedura di accelerated book …

MERCATI

Mercati europei contrastati. Tonfo per la belga UCB

Avvio di settimana contrastato per le borse europee: a Londra il Ftse100 ha terminato a 7.496,34 punti, +0,34%, il Dax si è fermato a 12.619,46, -0,15%, e il Cac40 a 5.322,88, -0,03%.

Acquisti sull’euro, che ha aggiornato i massimi da novembre a …

Bce: settimana scorsa acquistati titoli pubblici per 11,63 miliardi

Nell’ambito del piano di Quantitative Easing (QE), la scorsa settimana la Banca centrale europea ha acquistato titoli pubblici per 11,63 miliardi di euro. Nella settimana precedente lo shopping dell’istituto di Francoforte si era attestato a 12,04 mi…