1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta ancora in deciso rialzo, aumentando i guadagni dopo la pubblicazione dell’Ism manifatturiero Usa di giugno, salito a 55,3 punti oltre le attese che indicavano 52 punti. Il dato americano ha favorito il listino meneghino, già impostato al rialzo dopo l’esito favorevole del voto del Parlamento greco sul piano di austerity da 28,5 miliardi di euro. S&P ha sottolineato che “il rischio di un downgrade dell’Italia nei prossimi 2 anni è sempre 1 su 3, nonostante la manovra approvata dal Governo”. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato l’1,63% a 20.516 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dell’1,50% a quota 21.227. Acquisti sostenuti sul comparto bancario: Popolare di Milano ha guadagnato il 7,92% a 1,758 euro, Monte dei Paschi il 6,12% a 0,554 euro, Unicredit il 5,27% a 1,537 euro, Intesa SanPaolo il 4,19% a 1,913 euro, Mediobanca il 3,01% a 7,19 euro, Ubi Banca il 2,63% a 3,984 euro, Banco Popolare l’1,70% a 1,616 euro. Buona performance di Generali (+2,34% a 14,89 euro) che resta sotto i riflettori del mercato. Il Cda del Leone, in programma il 5 agosto, potrebbe infatti discutere un possibile accordo preliminare con la Russa Vtb di cui Generali detiene circa l’1%. Mediaset ha strappato un +0,56% a 3,26 euro e ha chiuso la settimana con un rialzo sostenuto. Eni (+1,10% a 16,49 euro) tema caldo dopo l’uscita di alcune indiscrezioni di stampa secondo cui il governo kazako avrebbe raggiunto un accordo preliminare con il consorzio Kpo per l’acquisizione di una quota del 10% del maxi giacimento di Karachaganak. “Kmg acquisirebbe il 5% per 1 miliardo di dollari e il restante 5% gratuitamente”, hanno spiegato alcuni analisti.
Le borse europee chiudono tutte in territorio positivo
Chiusura di ottava sopra la parità per le borse europee. Il tedesco Dax ha terminato in rialzo dello 0,59% a 7.419,4 punti, +0,63% per il Cac40 a 4.007,3, +0,74% del Ftse100 che sale a 5.989,8 e +1,28% dell’Ibex a 10.492.