Dati di chiusura

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 30/09/2011 - 09:05
Seduta più che positiva per la Borsa di Milano che, in scia alle buone indicazioni macro provenienti da oltreoceano, ha toccato i massimi da quasi quattro settimane, superando quota 15 mila punti, livello che non vedeva dallo scorso 2 settembre.

Buone nuove anche dal fronte Europa: il Parlamento tedesco ha infatti dato il via libera al potenziamento del Fondo europeo salva-Stati (EFSF) da 250 a 440 miliardi di euro. E così a Piazza Affari il Ftse Mib è avanzato del 2,07% a 15.046 punti mentre il Ftse All Share ha guadagnato l'1,71% a quota 15.786.

A trainare il listino meneghino è stato il comparto bancario con in testa Unicredit e Intesa SanPaolo che hanno mostrato rispettivamente un rialzo del 6,04% a 0,816 euro e del 5,88% a 1,225 euro. Positiva anche Bpm (+3,99% a 1,643 euro), su cui pende la decisione della Banca d'Italia sullo statuto del nuovo sistema duale. Bene anche Mps (+3,34% a 0,426 euro), Banco Popolare (+2,67% a 1,23 euro), Mediobanca (+1,76% a 6,08 euro). Pecora nera del settore Banca Popolare dell'Emilia Romagna, arretrata del 2,20% a quota 7,77. Segno più anche per Telecom Italia (+4,92% a 0,842 euro) in scia ad alcune indiscrezioni di stampa in merito ad un suo possibile interessamento a 3 Italia. Bene anche la Galassia Agnelli: Fiat Industrial ha chiuso in pari a 5,585 euro, Fiat Spa in rialzo dell'1,49% a 4,218 euro mentre Exor ha terminato le contrattazioni a 15,21% avanzando del 2,01 per cento.

In pari Finmeccanica che ha chiuso la seduta a quota 5,38, a seguito della comunicazione dei tagli ai ministeri decisi con la manovra correttiva di agosto.

Hanno chiuso sostanzialmente positive le Borse europee dopo il sì tedesco all'ampliamento dell'Efsf, il fondo salva stati. Unica nota discordante la Borsa di Londra, con il Ftse100 che ha terminato gli scambi in ribasso dello 0,4% a 5196,84 punti. Bene il Cac a Parigi in rialzo dell'1,07% a 3027,65 punti, Francoforte con il Dax a 5639,58 punti in progresso dell'1,10% e Zurigo che si è attestata a 5608,60 punti (+1,03%).
COMMENTA LA NOTIZIA