Dati di chiusura

Inviato da Flavia Scarano il Lun, 26/09/2011 - 08:51
Giornata sulle montagne russe per la Borsa di Milano che, favorita dalla buona performance del comparto bancario, è riuscita a recuperare terreno nelle ultime ore di contrattazioni. APiazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato l'1,36% a 13.664 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dell'1,02% a quota 14.446.

E' ancora Bpm (+6,98% a 1,38 euro) ad indossare la maglia rosa del paniere principale. Gli analisti di Intermonte hanno alzato la raccomandazione sull'istituto di piazza Meda a neutral da underperform "alla luce di potenziali risvolti dal cambio della governance. Rialzi sostenuti anche per Intesa SanPaolo (+6,14% a 1,011 euro), Unicredit (+4,38% a 0,679 euro), Ubi Banca (+4,11% a 2,484 euro) e Monte dei Paschi (+3,34% a 0,383 euro). In decisa controtendenza il Banco Popolare che ha ceduto il 3,04% a 1,116 euro.

Brillante Finmeccanica (+4,30% a 5,21 euro) in scia alle indiscrezioni riportate da Il Mondo secondo cui Eads potrebbe essere interessata a rilevare le attività di Drs dal colosso della Difesa. Eni (+1,39% a 12,37 euro) è rimbalzata dopo aver raggiunto un accordo con la belga Fluxys per la cessione dei gasdotti internazionali Tenp e Transitgas. Generali (+0,93% a 10,85 euro) sotto i riflettori mentre si avvicina il suo ingresso nel mercato russo.

Seduta a due velocità per i listini europei, che grazie ad un recupero nella seconda parte riescono a chiudere l'ottava con il segno più. A Londra il Ftse100 ha terminato in rialzo di mezzo punto percentuale portandosi a 5.066,81 punti, +0,63% per il tedesco Dax che si porta a 5.196,56, +1 punto percentuale per il Cac40 (+1,02%) a 2.810,11 e +2,12% dell'Ibex a 7.996,9.
COMMENTA LA NOTIZIA