Dati di chiusura

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 12/10/2011 - 09:02
La Borsa di Milano ha chiuso in territorio negativo, recuperando le perdite in scia alla notizia riportata dal Wall Street Journal dell'intervento sulla proposta di risoluzione della crisi previsto per oggi del presidente della Commissione europea, Josè Manuel Barroso. Sempre dal fronte europeo è giunto il via libera da parte della Troika alla sesta tranche di aiuti a favore della Grecia. La mattinata è stata scossa dalle parole del governatore uscente Bce, Jean Claude Trichet. Secondo l'ormai ex numero uno della Banca Centrale europea, la crisi del debito nel Vecchio Continente avrebbe raggiunto dimensioni sistemiche. E così a Piazza Affari il Ftse Mib rivede la soglia dei 16 mila punti tagliando il traguardo in ribasso dello 0,38% a quota 16.036, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,55% attestandosi a 16.690 punti.

Brillante il comparto bancario capitanato da Unicredit che oggi ha rivisto quota 1 euro. Il titolo di Piazza Cordusio ha chiuso la seduta in rialzo del 6,64% a quota 1,03. Bene anche Ubi (+3,87% a 3,164 euro), Banco Popolare (+3,20% a 1,35 euro) Mps (+0,97% a 0,418 euro), Mediobanca (+0,75% a 6,01 euro). Pecora nera del settore, insieme a Bper (-4,13% a 6,5 euro), Bpm che ha terminato in calo dell'1,02% a quota 1,747.

Giornata nera per Telecom Italia (-2,62% a 0,854 euro) che ha incassato il downgrade da parte di Goldman Sachs. La banca d'affari statunitense ha tagliato il rating della società da neutral a sell.

Tra i peggiori del listino meneghino il titolo STM, che ha terminato gli scambi a 5,18 euro arretrando del 4,07 per cento. Ha influito il downgrade da parte di Citi che ha abbassato la raccomandazione da buy a sell, con un prezzo obiettivo sceso a 4,8 dai precedenti 6,73 euro per azione.
Rossa anche Generali (-1,82% a 12,43 euro). Fitch ha abbassato l'outlook della società a negativo, confermando il rating emittente ad A+.

Chiusura di seduta mista per i listini europei. Sopra la parità il Dax, che ha terminato in rialzo dello 0,3% portandosi a 5.865,01 punti, invariato il Ftse100 (-0,06%) a 5.395,7 e segno meno per il Cac40 (-0,25%) e per l'Ibex (-0,53%) che scendono rispettivamente a 3.153,52 e 8.845,5 punti.
COMMENTA LA NOTIZIA