Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’ottava dei listini europei si è chiusa all’insegna delle vendite. Il tedesco Dax ha terminato in calo del 2,44% portandosi a 5.502,02 punti, rosso di un punto e mezzo percentuale per il Cac40 (-1,51%) che si è portato a 2.981,96, -1,32% per il Ftse100 a 5.128,48 mentre l’Ibex ha limitato le perdite arretrando dello 0,53% a 8.546,6.
La Borsa di Milano ha chiuso il mese di settembre in ribasso terminando una striscia positiva a cui non si assisteva da parecchio tempo. La seduta di venerdi è stata scandita da numerosi dati macro. Sul fronte europeo, a settembre l’inflazione è balzata oltre le attese al 3%, mentre la disoccupazione è rimasta stabile al 10%. Negli Stati Uniti deboli le spese (+0,2%) e i redditi personali (-0,1%) di agosto, mentre la fiducia dei consumatori calcolata dall’Università del Michigan si è attesta a 60,4 punti, sopra i 57,8 punti previsti dagli analisti. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib, che ha perso la soglia dei 15.000 punti, ha ceduto l’1,39% a 14.836 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dell’1,37% a quota 15.569.
E’ volata la Popolare di Milano che ha archiviato la seduta con un balzo del 13,82% a 1,87 euro. Il motivo risiede ancora nell’approvazione da parte del Cda dello Statuto che segna il cambio di governance verso il sistema duale e che ha spianato la strada all’interesse di investitori privati in vista dell’aumento di capitale da 800 milioni di euro. Nel resto del comparto bancario hanno avuto la meglio i segni meno: Bper ha ceduto il 5,66% a 7,33 euro, Intesa SanPaolo il 2,86% a 1,19 euro, Monte dei Paschi l’1,78% a 0,419 euro, Ubi Banca l’1,48% a 2,80 euro, Unicredit l’1,71% a 0,802 euro. Acquisti invece sul Banco Popolare che ha chiuso la seduta con un rialzo dell’1,46% a 1,25 euro. Male la galassia Agnelli: Fiat Spa è arretrata del 2,94% a 4,094 euro, Fiat Industrial ha lasciato sul parterre il 3,16% a 5,66 euro. Secondo gli analisti di Intermonte, il gruppo torinese rallenterà la sua crescita nei mesi tra settembre e dicembre 2011. Autogrill ha guadagnato l’1% a 7,58 euro nel giorno che ha avviato un programma di acquisto per un massimo di 12.720.000 di azioni proprie, pari al 5% del capitale.

Commenti dei Lettori
News Correlate

Germania: governo rivede al rialzo stime Pil 2017

Il governo tedesco ha rivisto al rialzo le stime di crescita dell’economia tedesca per il 2017. Secondo le nuove previsioni di Berlino il Prodotto interno lordo (Pil) dovrebbe crescere quest’anno al ritmo dell’1,5% rispetto all’1,4% indicato a inizio…