Dati di chiusura

Inviato da Floriana Liuni il Lun, 03/10/2011 - 09:00
L'ottava dei listini europei si è chiusa all'insegna delle vendite. Il tedesco Dax ha terminato in calo del 2,44% portandosi a 5.502,02 punti, rosso di un punto e mezzo percentuale per il Cac40 (-1,51%) che si è portato a 2.981,96, -1,32% per il Ftse100 a 5.128,48 mentre l'Ibex ha limitato le perdite arretrando dello 0,53% a 8.546,6.
La Borsa di Milano ha chiuso il mese di settembre in ribasso terminando una striscia positiva a cui non si assisteva da parecchio tempo. La seduta di venerdi è stata scandita da numerosi dati macro. Sul fronte europeo, a settembre l'inflazione è balzata oltre le attese al 3%, mentre la disoccupazione è rimasta stabile al 10%. Negli Stati Uniti deboli le spese (+0,2%) e i redditi personali (-0,1%) di agosto, mentre la fiducia dei consumatori calcolata dall'Università del Michigan si è attesta a 60,4 punti, sopra i 57,8 punti previsti dagli analisti. A Piazza Affari l'indice Ftse Mib, che ha perso la soglia dei 15.000 punti, ha ceduto l'1,39% a 14.836 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dell'1,37% a quota 15.569.
E' volata la Popolare di Milano che ha archiviato la seduta con un balzo del 13,82% a 1,87 euro. Il motivo risiede ancora nell'approvazione da parte del Cda dello Statuto che segna il cambio di governance verso il sistema duale e che ha spianato la strada all'interesse di investitori privati in vista dell'aumento di capitale da 800 milioni di euro. Nel resto del comparto bancario hanno avuto la meglio i segni meno: Bper ha ceduto il 5,66% a 7,33 euro, Intesa SanPaolo il 2,86% a 1,19 euro, Monte dei Paschi l'1,78% a 0,419 euro, Ubi Banca l'1,48% a 2,80 euro, Unicredit l'1,71% a 0,802 euro. Acquisti invece sul Banco Popolare che ha chiuso la seduta con un rialzo dell'1,46% a 1,25 euro. Male la galassia Agnelli: Fiat Spa è arretrata del 2,94% a 4,094 euro, Fiat Industrial ha lasciato sul parterre il 3,16% a 5,66 euro. Secondo gli analisti di Intermonte, il gruppo torinese rallenterà la sua crescita nei mesi tra settembre e dicembre 2011. Autogrill ha guadagnato l'1% a 7,58 euro nel giorno che ha avviato un programma di acquisto per un massimo di 12.720.000 di azioni proprie, pari al 5% del capitale.
COMMENTA LA NOTIZIA