Dati di chiusura

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 27/09/2011 - 08:55
La Borsa di Milano ha chiuso in deciso rialzo una giornata movimentata, con l'indice Ftse Mib oscillato tra un minimo intraday di 13.432 punti ed un massimo di 14.337. A Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato il 3,32% a 14.118 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato del 2,84% a quota 14.876.

Giornata da protagonista per l'intero comparto finanziario. In primis da segnalare la brillante performance delle banche: Intesa SanPaolo ha guadagnato l'8,31% a 1,095 euro, Ubi Banca il 5,96% a 2,63 euro, Monte dei Paschi il 4,30% a 0,40 euro, Unicredit il 6,33% a 0,722 euro, Banco Popolare il 2,87% a 1,148 euro. Ma i riflettori sono tutti puntati sulla Popolare di Milano (+3,70% a 1,43 euro), il cui Cda sarà chiamato oggi ad approvare il nuovo modello di governance e l'ammontare definitivo dell'aumento di capitale. Molto bene anche il settore attivo nel risparmio gestito: Mediolanum è avanzata del 5,51% a 2,606 euro, Azimut del 6,07% a 4,89 euro.

Eni tema caldo di giornata. Il gruppo di San Donato Milanese, che ha archiviato la seduta con un +1,37% a 12,54 euro, ha annunciato di aver avviato la riapertura di quindici pozzi nel giacimento libico di Abu-Attifeel, situato circa 300 km a sud di Benghazi. Debole Enel Green Power (+0,12% a 1,666 euro) che ha pagato il downgrade da parte di Intermonte a neutral dal precedente outperform. Brillante invece la performance della capogruppo Enel (+3,78% a 3,02 euro).

Chiusura in ampio territorio positivo per i listini europei. Il tedesco Dax ha terminato in rialzo del 2,87% salendo a 5.345,56 punti, +2,56% per l'Ibex che si porta a 8.201,7, +1,75% del Cac40 a 2.859,34 mentre a Londra il Ftse100 con un +0,45% si è attestato a 5.089,37.
COMMENTA LA NOTIZIA