1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso in moderato rialzo una seduta caratterizzata da frequenti cambi di ritmo. Dopo una partenza in rosso, il listino milanese ha accelerato al rialzo in scia al collocamento da parte del Tesoro italiano di Btp per 7,5 miliardi di euro, nella parte alta del range 7,5-8 miliardi. Il forte rialzo dei rendimenti, che si sono avvicinati alla soglia dell’8% per i titoli a 3 anni, è stato però compensato da una forte domanda. Dopo essere tornata di nuovo in territorio negativo, Piazza Affari ha accelerato al rialzo con il dato sulla fiducia dei consumatori Usa, che ha novembre è salito oltre le attese a 56 punti dai precedenti 39,8 punti. Nel finale però il Ftse Mib ha perso un po’ di terreno arrivando a chiudere con un rialzo dello 0,34% a 14.627 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dello 0,28% a quota 15.364.

Contrastato il comparto bancario: Intesa SanPaolo ha guadagnato lo 0,17% a 1,157 euro, Banco Popolare l’1,41% a 0,827 euro, Ubi Banca lo 0,07% a 2,826 euro. In territorio negativo Unicredit (-0,99% a 0,75 euro) e Bpm (-0,46% a 0,258 euro). E’ ancora il Monte dei Paschi (-1,15% a 0,241 euro) a rimanere sotto i riflettori. Questa mattina la stampa nazionale ha riportato diversi rumor riguardo al tema della ristrutturazione del debito della Fondazione. Da segnalare le buone performance di Azimut (+4,32% a 5,55 euro) e Tenaris (+3,23% a 13,11 euro), mentre Fiat Spa ha strappato un +0,17% a 3,598 euro nonostante il downgrade da parte di Citigroup. Ansaldo STS, dopo una prima parte di seduta in vetta al Ftse Mib, ha perso terreno arrivando a chiudere invariata a 7,10 euro.

Chiusura sopra la parità per le borse europee. Il Dax ha registrato un rialzo di poco sotto il punto percentuale (+0,95%) portandosi a ridosso di quota 5.800 (5.799,91 punti), +0,46% per il Cac40 ed il Ftse100 che salgono rispettivamente a 3.026,76 ed a 5.337 e +0,1% dell’Ibex a 8.128 punti.