Dati di chiusura

Inviato da Flavia Scarano il Lun, 05/12/2011 - 08:56
I mercati sembrano credere al piano salva euro che dovrà essere definito durante il Consiglio Europeo del prossimo 9 dicembre. Ma già oggi si saprà qualcosa di più preciso, quando il presidente francese, Nicolas Sarkozy, e il cancelliere tedesco, Angela Merkel, si incontreranno a Parigi per presentare ufficialmente le loro proposte per un nuovo trattato europeo. La Merkel ha assicurato che si avvicina il momento del lancio di un'unione fiscale europea. La leader tedesca ha poi aperto al strada ad una Banca Centrale Europea più forte, escludendo però la soluzione degli Eurobond. In questo quadro a Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha guadagnato l'1,52% a 15.476 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dell'1,41% a quota 16.215.

Acquisti sul comparto bancario: Mps ha guadagnato l'8,72% a 0,275 euro, Intesa SanPaolo il 4,59% a 1,298 euro, Banco Popolare il 3,23% a 0,927 euro, Unicredit il 3,05% a 0,793 euro, Ubi Banca il 2,70% a 3,044 euro, Bpm l'1,21% a 0,284 euro. Ancora brillante FonSai (+5,03% a 1,148 euro). La società ha già inviato i primi documenti all'Isvap relativi al progetto di scorporo delle partecipazioni strategiche, del valore complessivo di 600 milioni di euro, detenute in Pirelli, Generali, Mediobanca, Rcs, Gemina, attraverso la creazione di veicolo a termine in cui entrerebbe un socio di minoranza con una quota del 40%. Diasorin ha indossato la maglia nera con un ribasso del 3,32% a 21,26 euro. A pesare sulla performance la mossa di Morgan Stanley, che ha ridotto il giudizio sul titolo da overweight a equal weight con taglio del prezzo obiettivo da 32 a 28 euro. Giù anche Finmeccanica (-1,58% a 3,244 euro) all'indomani delle dimissioni di Pier Francesco Guarguaglini.

Chiusura di ottava con il segno più per i listini europei. Il tedesco Dax ha terminato in rialzo dello 0,74% portandosi a 6.080,68 punti, andamento simile per il Cac40 ed il Ftse (+1,12 e +1,15 per cento) che salgono rispettivamente a 3.164,95 ed a 5.552,29 punti e +1,63% dell'Ibex a 8.558,6.
COMMENTA LA NOTIZIA