1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ennesima seduta negativa per la Borsa di Milano con l’indice Ftse Mib che ha chiuso sui minimi intraday con un -2,84% a 14.430 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato del 2,78% a quota 15.190. L’asta dei Btp a 5 anni ha registrato una buona domanda ma i rendimenti sono schizzati al top dal giugno 1997. Il Tesoro ha infatti collocato 3 miliardi di euro di titoli a 5 anni (domanda pari a 4,25 miliardi) per un rendimento pari al 6,47%.

Fondiaria-Sai continua ad aggiornare i minimi storici. Il titolo della compagnia assicurativa è nuovamente scivolata sul fondo del paniere principale con un tonfo del 6,01% a 0,759 euro. Ancora vendite sul comparto bancario: Ubi Banca ha ceduto il 4,81% a 2,85 euro, Mediobanca il 4,47% a 4,322 euro, Unicredit il 3,31% a 0,701 euro, Banco Popolare il 2,06% a 0,903 euro, Mps l’1,92% a 0,245 euro. Vendite sostenute anche su Generali (-4,91% a 11,23 euro) dopo che Fitch ha ridotto il rating del Leone di Trieste da AA- ad A soprattutto per la pressione dovuta al debito sovrano. Male i titoli del Lingotto: Fiat Spa ha mostrato un tonfo del 5,48% a 3,55 euro, Fiat Industrial è arretrata del 5,09% a 5,965 euro. Finmeccanica ha perso il 4,23% a 2,72 euro risentendo ancora delle voci trapelate di una bocciatura giapponese sull´Eurofighter Typhoon.

Seduta di vendite sui listini europei. La performance peggiore è quella del Cac40 che ha lasciato sul parterre il 3,33% portandosi a 2.976,17 punti. Rosso del 2,25% per il londinese Ftse100 che scende a 5.366,8, -1,72% del Dax a 5.675,14 e -1,75% per l’Ibex a 8.182.