Dati di chiusura

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 15/12/2011 - 08:58
Ennesima seduta negativa per la Borsa di Milano con l'indice Ftse Mib che ha chiuso sui minimi intraday con un -2,84% a 14.430 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato del 2,78% a quota 15.190. L'asta dei Btp a 5 anni ha registrato una buona domanda ma i rendimenti sono schizzati al top dal giugno 1997. Il Tesoro ha infatti collocato 3 miliardi di euro di titoli a 5 anni (domanda pari a 4,25 miliardi) per un rendimento pari al 6,47%.

Fondiaria-Sai continua ad aggiornare i minimi storici. Il titolo della compagnia assicurativa è nuovamente scivolata sul fondo del paniere principale con un tonfo del 6,01% a 0,759 euro. Ancora vendite sul comparto bancario: Ubi Banca ha ceduto il 4,81% a 2,85 euro, Mediobanca il 4,47% a 4,322 euro, Unicredit il 3,31% a 0,701 euro, Banco Popolare il 2,06% a 0,903 euro, Mps l'1,92% a 0,245 euro. Vendite sostenute anche su Generali (-4,91% a 11,23 euro) dopo che Fitch ha ridotto il rating del Leone di Trieste da AA- ad A soprattutto per la pressione dovuta al debito sovrano. Male i titoli del Lingotto: Fiat Spa ha mostrato un tonfo del 5,48% a 3,55 euro, Fiat Industrial è arretrata del 5,09% a 5,965 euro. Finmeccanica ha perso il 4,23% a 2,72 euro risentendo ancora delle voci trapelate di una bocciatura giapponese sull´Eurofighter Typhoon.

Seduta di vendite sui listini europei. La performance peggiore è quella del Cac40 che ha lasciato sul parterre il 3,33% portandosi a 2.976,17 punti. Rosso del 2,25% per il londinese Ftse100 che scende a 5.366,8, -1,72% del Dax a 5.675,14 e -1,75% per l'Ibex a 8.182.
COMMENTA LA NOTIZIA