Dati di chiusura

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 17/01/2012 - 09:00
La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in rialzo snobbando la scure di S&P che venerdì sera si è abbattuta sull'Eurozona. Il listino milanese ha aumentato i guadagni dopo che il Tesoro francese ha collocato 4,5 miliardi di euro di titoli di Stato a 12 settimane ad un rendimento medio dello 0,165%, in calo rispetto allo 0,167% registrato lunedì scorso dai bond a 13 settimane. In questo quadro a Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha guadagnato l'1,40% a 15.220 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dell'1,16% a quota 16.036.

Acquisti sostenuti sui titoli della galassia Agnelli: Fiat Spa ha guadagnato il 7,04% a 4,164 euro, Fiat Industrial il 3,93% a 7,41 euro, Exor il 6,58% a 17 euro. Da segnalare anche la brillante performance di Pirelli (+4,93% a 6,91 euro) e Stm (+7,23% a 5,325 euro). Il comparto bancario ha aumentato i guadagni sul finale di seduta, ad eccezione del Monte dei Paschi che è scivolato sul fondo del paniere principale con un ribasso del 2,92% a 0,213 euro. Nella prima seduta della seconda settimana dell'aumento di capitale da 7,5 miliardi di euro, Unicredit ha mostrato un progresso dello 0,41% a 2,93 euro. Gli acquisti hanno premiato Popolare di Milano (+4,69% a 0,314 euro), Ubi Banca (+2,14% a 3,052 euro), Mediobanca (+1,62% a 4,52 euro), Intesa SanPaolo (+1,29% a 1,256 euro) e Banco Popolare (+0,39% a 0,912 euro). Finmeccanica (+0,76% a 2,924 euro) si è aggiudicata nuove commesse per un valore complessivo massimo di circa 200 milioni di euro

I listini europei recuperano terreno chiudendo in territorio positivo. Il tedesco Dax ha terminato la seduta con un +1,25% portandosi a 6.220,01 punti, +0,89% per il Cac40 che sale a 3.225, +0,37% per il Ftse100 a 5.657,44 e parità (-0,01%) dell'Ibex a 8.449,6.
COMMENTA LA NOTIZIA