1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso in rialzo una seduta all’insegna della volatilità. Mario Monti, dopo quasi due ore di colloquio con il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha annunciato la nuova squadra di governo. Dal fronte europeo, dure sono state le parole del presidente della Commissione europea, Josè Manuel Barroso, che ha definito “sistemica” l’attuale crisi e per la quale saranno necessarie ulteriori misure. Volatile anche l’andamento dello spread che, dopo aver toccato un massimo di giornata a 552 punti base, si è portato in area 516 punti base, con il rendimento dei Btp sceso sotto il 7 per cento. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib è avanzato dello 0,80% a 15.419,20 punti e il Ftse All Share ha guadagnato lo 0,77% attestandosi a 16.203,61 punti.

Misto il comparto bancario. Unicredit (+1,42% a 0,75 euro) è finita sotto la lente di Moody’s. Positiva Intesa Sanpaolo (+0,66% a 1,226 euro) nel giorno della nomina dell’Ad Corrado Passera alla carica di ministro dello Sviluppo economico, Infrastrutture e Trasporti. Bene anche Ubi Banca (+5,10% a 2,97 euro). In ribasso dello 0,52% a 0,288 euro Mps, dell’1,70% a 5,5 euro Mediobanca e dello 0,59% a 1,014 euro Banco Popolare. Fanalino di coda del paniere principale Bpm che ha lasciato sul parterre il 13,1% a 0,301 euro. Nel comparto del risparmio gestito è spiccata Azimut (+5,30% a 6,355 euro) che ha indossato la maglia rosa del listino meneghino. In rialzo Fiat (+1,04% a 4,098 euro) e Fiat Industrial (+2,34% a 6,34 euro).
Fallito il tentativo di rimbalzo per Finmeccanica, che ha chiuso la seduta in flessione del 3,53% a quota 3,448, mentre positivo è stato il traguardo per Ansaldo Sts (+0,28% a 7,19 euro) nel giorno dell’avvio del piano di buy back. Luxottica ha archiviato la seduta in rialzo dell’1,46% a 21,56 euro.

Chiusura di seduta mista per i listini del Vecchio continente. Acquisti sull’Ibex e sul Cac40 che con un +0,81 ed un +0,52% si portano rispettivamente a 8.304,1 e 3.064,9 punti mentre il Dax ed il Ftse100 chiudono con il segno meno. Il listino tedesco ha terminato in calo dello 0,33% a 5.913,36 punti mentre l’indice della City scende dello 0,15% a 5.509,02.