Dati di chiusura

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 12/01/2012 - 08:56
La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in positivo. Il tanto atteso incontro a Berlino tra il premier Mario Monti e il cancelliere tedesco, Angela Merkel, non ha avuto effetti sull'andamento dei listini. Si sono allentate le tensioni sul mercato obbligazionario con lo spread Btp-Bund che si è mantenuto sotto la soglia dei 520 punti base e con il rendimento dei Btp decennali al 7%. E così a Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,25% a 14.882 euro e il Ftse All Share è progredito dello 0,23% a 15.697 punti.
Prosegue il trend positivo del comparto bancario guidato dalla Bpm (+9,37% a 0,294 euro). L'istituto di piazza Meda ha beneficiato della nomina del suo nuovo consigliere delegato, Piero Montani. Ottime performance anche per Unicredit (+5,53% a 2,558 euro) al suo terzo giorno di aumento di capitale, a cui ha aderito anche l'amministratore delegato Federico Ghizzoni e parte del management. Bene anche Mps (+8,05% a 0,213 euro), Banco Popolare (+4,55% a 0,885 euro), Bper (+4,07% a 5,50 euro) e Intesa Sanpaolo (+1,53% a 1,19 euro). In ribasso Mediobanca che ha chiuso la seduto in flessione dello 0,25% a 3,968 euro. Positivo anche il comparto del risparmio gestito con Azimut in progresso dell'1,21% a 5,85 euro. Il gruppo ha registrato nel mese di dicembre 2011 una raccolta netta positiva per 655 milioni di euro portando il totale nel 2011 a 980 milioni. Pirelli maglia nera del listino meneghino (-4,47% a 6,63 euro). Bene Autogrill in rialzo del 4,05% a 7,955 euro. La società ha ampliato la partnership iniziata nel 1991 con Starbucks Coffee.

Segno meno per i listini del Vecchio continente. Il Dax ed il Cac40 hanno chiuso di poco sotto parità (-0,17 e -0,19%) portandosi rispettivamente a 6.152,34 ed a 3.204,83 punti. Rosso di mezzo punto percentuale invece per il Ftse100 e l'Ibex (-0,45 e -0,54%) che hanno terminato la seduta a 5.670,82 ed a 8.246,8.
COMMENTA LA NOTIZIA