1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dati Usa deludenti hanno smorzato nel pomeriggio il rialzo di una Piazza Affari trainata dal comparto bancario. L’indice Ftse Mib che poco dopo le 15.00 era riuscito a riportarsi anche al di sopra della soglia dei 16.000 punti ha chiuso a 15.828 punti, comunque in rialzo dello 0,48%. A livello settoriale si sono messe in evidenza le banche, che hanno beneficiato delle indiscrezioni del Financial Times secondo cui le banche dell’area euro sarebbero pronte a raddoppiare (rispetto a dicembre) le richieste per il nuovo finanziamento a 3 anni che la Bce concederà a fine febbraio. La storia di giornata ha riguardato una vecchia gloria di Piazza Affari, Benetton. Edizione Holding, azionista di controllo della società di Ponzano Veneto, ha infatti annunciato di stare valutando un’Opa finalizzata al delisting.

Dopo gli acquisti della prima parte, nel pomeriggio le borse del Vecchio continente sono risultate penalizzate dalle indicazioni macroeconomiche arrivate dagli Stati Uniti. L’indice spagnolo, l’Ibex, ha chiuso in calo dello 0,09% a 8.509,2 punti, +0,19 e +0,22 per cento per il Ftse100 ed il Dax che si portano rispettivamente a 5.681,61 ed a 6.458,91. In evidenza il Cac40, salito di un punto percentuale (+1,01%) a 3.298,55.