1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso sui massimi di seduta. A Piazza Affari il Ftse Mib è avanzato dello 0,85% a 16.993 euro mentre il Ftse All Share ha guadagnato lo 0,75% a quota 17.997. Miste le performance del comparto bancario. In netto rialzo Intesa Sanpaolo in progresso del 4,01% a 1,558 euro dopo l’uscita dei conti 2011. Bene anche Mediobanca (+2,05% a 4,986 euro), Unicredit (+1,23% a 4,11 euro) Ubi Banca (+0,77% a 3,658 euro) e Banco Popolare (+0,06% a 1,659 euro). In rosso del l’1,58% a 0,498 euro la Bpm e dello 0,28% a 0,385 euro Mps. Regina incontrastata del listino è stata STMicroelectronics che ha chiuso in progresso del 5,05% a 6,345 euro. A seguire a breve distanza Autogrill (+4,35% a 8,15 euro). Contrastata la Galassia Agnelli con Fiat spa che è avanzata dello 0,46% a 4,84 euro mentre Fiat Industrial ha ceduto lo 0,89% a 8,31 euro. Eni (+0,44% a 18,30 euro) ha annunciato il piano strategico 2012-2015 mentre in coda al listino meneghino Impregilo, che ha chiuso in rosso del 2,51% a 2,946 euro. Male anche Premafin (-5,40% a 0,339 euro).
Grazie ad un miglioramento nella seconda parte gli indici europei chiudono la seduta in territorio positivo. Il tedesco Dax ha terminato con un rialzo dello 0,92% a 7.144,45 punti, +0,44% per il Cac40 con l’indice francese che sale a 3.580,21 e +0,42% dell’Ibex a 8.426,7. Oltremanica, lieve segno meno per il Ftse100 (-0,08%) che si ferma a 5.940,72.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Piazza Affari sale con Enel e Telecom

Si riscatta Piazza Affari nell’ultima seduta della settimana recuperando la debolezza della vigilia dovuta alle parole di Jean Claude Juncker, presidente della Commissione europea, che ieri in un intervento a …

RAPPORTO OCSE

Ocse lancia allarme su debito

Alert Ocse sul debito. L’organizzazione parigina indica che nel 2018 il debito nei Paesi Ocse è stimato in crescita a quota 45.000 miliardi di dollari rispetto ai 43.600 miliardi del …