1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in rialzo dopo aver sofferto nella prima parte di giornata di riflesso alle parole del premier Monti che ha posto l’accento sui rischi legati a un mancato rigore di bilancio da parte della Spagna. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,81% a 16.619 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dello 0,88% a quota 17.650. Buona perfomance dei titoli della galassia Eni. La migliore è Saipem, che ha mostrato un progresso del 2,66% a 38,97 euro. Restando nel comparto energetico, Enel Green Power ha guadagnato lo 0,21% a 1,449 euro limando però il rialzo nel pomeriggio. Impregilo (+2,39% a 3,168 euro) è rimasta sotto i riflettori degli investitori. Salini ha comunicato di aver portato la propria partecipazione strategica nel primo general contractor italiano al 25,371%. Debole il comparto bancario: Bpm ha ceduto lo 0,47% a 0,483 euro, Intesa SanPaolo l’1,15% a 1,46 euro, Ubi Banca l’1% a 3,38 euro. In territorio positivo Unicredit (+0,15% a 3,97 euro), Banco Popolare (+0,32% a 1,581 euro) e Mps (+0,40% a 0,354 euro). Male Finmeccanica (-1,53% a 3,474 euro) alla vigilia della pubblicazione dei risultati 2011.
Seduta a due velocità per i listini del Vecchio continente.
In chiusura di seduta il Dax ha evidenziato un rialzo dell’1,2% a 7.079,23 punti, il Ftse100 è salito dello 0,82% a 5.902,7 ed il Cac40 con un +0,74% si è portato a 3.501,98. L’unico segno meno è quello dell’Ibex, sceso dello 0,69% a 8.224,7.