Dati di chiusura

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 29/02/2012 - 08:50
La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in moderato rialzo accelerando nel finale dopo i dati Usa migliori delle attese. Il Tesoro italiano ha collocato con successo Btp a 5 e 10 anni per complessivi 6,25 miliardi di euro, al top della forchetta prevista. Il nervosismo, per, resta dietro langolo soprattutto dopo il declassamento della Grecia da parte di S&P a SD, che corrisponde ad un parziale default. In questo quadro a Piazza Affari lindice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,23% a 16.345 punti, mentre il Ftse All Share avanzato dello 0,10% a quota 17.354.

STMicroelectronics volata di slancio in testa al paniere principale archiviando la seduta con un balzo del 7% a 5,73 euro. Tra i titoli del comparto bancario sono finiti in territorio positivo Mps (+2,83% a 0,385 euro), Bpm (+1,45% a 0,482 euro), Ubi Banca (+1,37% a 3,41 euro) e Unicredit (+0,95% a 3,84 euro), mentre Intesa SanPaolo (-0,67% a 1,474 euro) e Banco Popolare (-0,44% a 1,36 euro) hanno archiviato la seduta con il segno meno. Mediaset scivolata sul fondo del paniere principale con un ribasso del 2,15% a 2,28 euro mentre Telecom Italia ha tirato il freno, mostrando una flessione dell1,80% a 0,875 euro, dopo due sedute consecutive archiviate in territorio positivo.

Chiusura sopra la arit anche per i listini europei. Lindice tedesco, il Dax, ha terminato in rialzo dello 0,56% a 6.887,63 punti, +0,36% per il Cac40 che si porta a 3.453,99, +0,21% del londinese Ftse100 a 5.927,91 e lunico segno meno quello dellIbex (-0,12%) che scende a 8.526,7.
COMMENTA LA NOTIZIA