Dati di chiusura

Inviato da Flavia Scarano il Lun, 19/03/2012 - 08:47
La Borsa di Milano ha chiuso positiva con l'indice Ftse Mib che si è portato sui massimi dallo scorso ottobre. Buoni spunti dallo spread Btp-Bund che è sceso a quota 280 punti base. Gli investitori hanno snobbato alcuni dati Usa peggiori delle attese: la produzione industriale è rimasta invariata rispetto al mese precedente, mentre la fiducia calcolata dall'Università del Michigan è scesa a 74,3 punti (consensus 76 punti). In questo quadro a Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,52% a 17.081 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dello 0,51% a quota 18.089. Impregilo ha conquistato la testa del Ftse Mib con un rialzo del 4,07% a 3,066 euro. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, si farebbe sempre più concreta l'ipotesi del lancio di un'Opa da parte di Salini, che al momento detiene una quota pari al 22,4% in Impregilo. Molto bene anche Generali (+3,30% a 13,46 euro) e Ferragamo (+2,50% a 15,58 euro). Eni (+1,15% a 18,51 euro) positiva all'indomani della presentazione del nuovo piano strategico. Debole il comparto bancario: Ubi Banca ha ceduto l'1,75% a 3,594 euro, Banco Popolare l'1,63% a 1,632 euro. Mps (-1,17% a 0,381 euro) sotto pressione in scia alle indiscrezioni riportate da L'Espresso. Riflettori puntati su Fiat (-1,28% a 4,778 euro). Venerdì si sono fermati, a causa dello sciopero delle bisarche, tutti gli stabilimenti italiani del Lingotto.

I listini europei hanno terminato l'ottava con il segno più. Il tedesco Dax ha chiuso in rialzo dello 0,19% portandosi a 7.157,82 punti, +0,41 +0,42 per cento per il Cac40 ed il Ftse100 che si sono rispettivamente fermati a 3.594,83 ed a 5.965,58 e +0,71% dell'Ibex a 8.486,3.
COMMENTA LA NOTIZIA